Le capacitÓ del Duke Projectile Recovery System vanno ben oltre quello che Ŕ ritenuto normalmente possibile nei sistemi attualmente in commercio. Alcuni dettagli fra i tanti disponibili:

 

Cattura il proiettile con la sua superficie esterna intatta al 100% per la sua perfetta identificazione

Mantiene intatta sul proiettile anche la polvere dell'insieme canna/tamburo permettendo non solo una 

comparazione della rigatura ma anche una comparazione chimica con l'arma analizzata.

Cattura una varietÓ di proiettili incluso: Punta Cava, colpi ad alta velocitÓ, munizioni frangibili, calibri molto alti, e molto di pi¨!
Tempi di estrazione del proiettile ridotti al minimo (circa 30 secondi) e data la massima integritÓ del proiettile, il sistema riduce grandemente l'esposizione all'intossicazione da piombo.
Nessun tipo di manutenzione necessaria eccetto la sostituzione (circa 5 minuti) del/dei pannelli alla fine della sua "vita" .
Permette di utilizzare cariche commerciali fino alla massima possibile per sparare i proiettili, permettendo  all'esaminatore di risparmiare tempo e lavoro eliminando il pericolo ed il rischio d'intossicazione causato dal contatto con la polvere nel processo di diminuzione della carica stessa.
Esente da pericoli d'incendio a causa della polvere incombusta. A differenza della "scatola di cotone", il nostro sistema non permette la penetrazione della polvere incombusta fin dal pannello strato iniziale.
Costi di acquisizione e mantenimento di gran lunga inferiori ai sistemi attualmente in commercio.

 

 

Prodotto in tre versioni coprendo tutte le necessitÓ ed esigenze: